Cristiano Ronaldo, cannibale anche ai Mondiali. Tutti i numeri del recordman portoghese

Cristiano Ronaldo, cannibale anche ai Mondiali. Tutti i numeri del recordman portoghese

Con il gol segnato oggi al Marocco, Cristiano Ronaldo è diventato il migliore marcatore europeo con la maglia della propria nazionale

Cristiano Ronaldo che batte un record ormai è una notizia che non fa più scalpore. Troppi i primati raggiunti e superati in questi anni dal fuoriclasse portoghese per poter rimanere ancora sorpresi. Una delle principali qualità di CR7 in questi anni è stata quella di imparare a padroneggiare anche fondamentali e situazioni non nelle sue corde. A ben 33 anni e una miriade di trofei sollevati alle spalle, ha ancora voglia di vincere tanto e migliorarsi. A partire da una competizione in cui non ha mai brillato, il Mondiale. Nelle precedenti tre edizioni, Ronaldo aveva raccolto la miseria di un gol per torneo. In Russia, dopo appena due giornate, ha già messo a segno 4 reti. Un dato che di per sé basterebbe a testimoniare come il portoghese riesca sempre ad alzare la propria asticella. Con la marcatura di oggi, che ha portato alla vittoria contro il Marocco. ha infranto un record tutt’altro che insignificante.

Primatista

Ronaldo è ora il miglior marcatore europeo di sempre con la maglia di una nazionale, grazie ai suoi 85 gol. Staccato dunque un mito di un calcio che sembra oggi molto lontano, l’ungherese Ferenc Puskas, raggiunto appena 5 giorni fa. Per il titolo di miglior bomber in assoluto, però, potrebbe volerci molto tempo. Non è neppure detto – e questa sì che è una notizia – che CR7 riesca a raggiungere il traguardo. Questo trono appartiene infatti all’iraniano Ali Daei, che ha segnato ben 109 reti con la maglia della propria nazionale. Nel frattempo, però, il portoghese si può consolare con un record decisamente più alla portata: bastano altri due gol per raggiungere Eusebio al primo posto per marcature ai Mondiali con la maglia della nazionale lusitana.

E per il futuro…

Ronaldo, intanto, dichiara di non interessarsi dei traguardi individuali e di essere contento per i 3 punti conquistati contro il Marocco. Parole da vero capitano, che mette sempre prima la squadra rispetto a se stesso. Viene però difficile credere che un giocatore ambizioso come lui non stia pensando anche a una vittoria nella classifica cannonieri. Un traguardo ambizioso, ma su cui ha già messo una mano, grazie alle 4 reti già realizzate. Chiaramente, c’è anche un altro obiettivo, decisamente più lontano e più difficile: vincere il Mondiale. Sarebbe l’impresa decisiva per consacrarlo senza più discussione alcuna sul podio dei più grandi di sempre. La sfida sembra proibitiva, ma se c’è una cosa che CR7 ci ha insegnato – anche nell’Europeo del 2016 – , è che per lui l’impossibile diventa possibile e quasi banale.

💊 Pillola di Fanta

Cristiano Ronaldo detiene un altro primato, che ha interessato tutti i partecipanti al Fantamondiale. All’inizio della competizione iridata era infatti il giocatore più costoso del listone, a pari merito con Messi e Neymar. Ciascuno dei tre assi aveva una quotazione iniziale di 40 crediti. Sicuramente chi ha investito sul portoghese ha fatto l’affare migliore per il momento. SOLDI BEN SPESI