Diritti tv 2018/2021: la Serie B verrà trasmessa da Perform

Diritti tv 2018/2021: la Serie B verrà trasmessa da Perform

Importanti novità in arrivo dal fronte dei diritti tv: dopo la Serie A, Perform diventa protagonista anche della Serie B. Novità anche sul tema paracadute

Fino ad un mese fa la risposta alla domanda “Cos’è Perform?” poteva essere più o meno questa: “…”. In meno di un mese la società britannica è invece entrata prepotentemente nei discorsi degli italiani. Dopo la Serie A, infatti, è arrivata oggi l’ufficialità che Perform trasmetterà anche le gare di Serie B. Se, però, i match del massimo campionato trasmessi saranno solamente tre a settimana, per quanto riguarda la serie cadetta la copertura sarà molto importante: 10 partite su 11 – oltre ai play-off e ai play-out – saranno visibili su Dazn, il servizio di streaming di proprietà dell’azienda inglese.

Dove si vedrà la prossima Serie B?

Dazn, come detto, è un servizio di streaming. Pare difficile che per i prossimi tre anni la serie cadetta diventi visibile solamente sul web. Per questo è molto probabile che Perform tratti i diritti di ritrasmissione: in questo senso è Sky l’azienda che sembra più interessata alle 10 partite settimanali di Serie B. Rimane una partita “scoperta”: l’anticipo del venerdì sera. Per quanto riguarda questa gara, potrebbe essere trasmessa in chiaro: entro il 10 luglio verrà presa una decisione, intanto Rai e Mediaset hanno espresso il proprio interesse.

I dettagli dell’accordo

Il corrispettivo che Dazn pagherà alla Lega di Serie B sarà pari a 22 milioni di euro annui (più quattro di accesso al segnale). L’accordo prevede anche diversi bonus, legati al numero di abbonati e di spettatori. Non è comunque questa l’unica novità importante di giornata. Il presidente della Lega, Mauro Balata, ha così spiegato: “Abbiamo introdotto il contributo di solidarietà a carico delle tre retrocesse. In sostanza, verrà trattenuto il 20% sul valore del paracadute e distribuito in parti uguali tra le 22 società partecipanti al campionato”.