Juventus, insulti degli under 15 a Napoli dopo la vittoria contro i pari età azzurri

Juventus, insulti degli under 15 a Napoli dopo la vittoria contro i pari età azzurri

Dopo la vittoria contro i pari età del Napoli i ragazzi dell’under 15 della Juventus si lasciano andare a pesanti cori denigratori

Oggi pomeriggio si è giocata la semifinale di ritorno per lo scudetto nell’under 15. Il match, tra Juventus e Napoli, ha visto prevalere i giovani bianconeri per 3-0, con i piemontesi che si sono così qualificati per la finale. L’euforia per il traguardo raggiunto ha però dato alla testa ai giocatori del club di Agnelli. I ragazzi hanno infatti intonato un pesante coro contro Napoli e i napoletani. Un coro ripreso da un cellulare e poi caricato su Instagram. Il video è successivamente stato diffuso da IAmNaples e ha fatto il giro del web. Vista la gravità del fatto la Juventus ha poi pubblicato un tweet, tramite il proprio account ufficiale, per dire la propria sulla questione.

Il video incriminato

Nel video, ripreso da un giovane giocatore della Juventus, si sente queste coro: “Sarò con te e tu non devi mollare, abbiamo un sogno nel cuore: Napoli usa il sapone”. Un testo che fa da parodia a quello che i tifosi azzurri cantavano dopo la vittoria in campionato contro la squadra di Allegri. Un gesto gravissimo, visto che arriva dai giocatori scesi in campo e non da una piccola sezione di tifosi allo stadio. Questo il coro denigratorio:

Il tweet della Juventus

In seguito al video è arrivata la risposta della Juventus. Il club bianconero prende posizione con fermezza contro i cori dei suoi giovani giocatori. Nei prossimi giorni verranno prese le decisioni della società, che potrebbe decidere di “squalificare” o addirittura allontanare qualche ragazzo nonostante la finale di categoria appena conquistata. Si sa, infatti, che i piemontesi non hanno paura ad usare il pugno duro per sanzionare i suoi tesserati. Un esempio è Bonucci, rimasto fuori dal match di Champions col Porto di due anni fa per un diverbio con Allegri.