Mondiali di Russia 2018, la scheda della Svizzera: squadra senza infamia e senza lode

Mondiali di Russia 2018, la scheda della Svizzera: squadra senza infamia e senza lode

Shaqiri è chiamato a trascinare la sua Nazionale, Xhaka a mangiare palloni a centrocampo; occhio però, alla prima c’è il Brasile. Tutto sulla Svizzera: la rosa, la formazione tipo e i consigli per il fantamondiale

Quarta partecipazione consecutiva ai mondiali per la Svizzera che eguaglia così il precedente record delle quattro Coppe Rimet disputate nella prima metà del secolo scorso: 1934, 1938, 1950 e 1954. All’epoca, la nazionale elvetica riuscì ad arrivare bentre volte ai quarti di finale, tranne nel 1950 quando in Brasile non fu in grado di superare neanche il primo turno. Quest’estate, un’avversaria sarà proprio il Brasile in un girone di media difficoltà. L’obiettivo è ovviamente arrivare agli ottavi di finale, considerando che uno dei due posti è prenotato dalla nazionale verdeoro. Arrivare terzi o quarti non sarebbe certamente un fallimento epocale, ma un’occasione sfruttata male sì.

All’ultima partita delle qualificazioni, la Svizzera doveva pareggiare o vincere contro il Portogallo per ottenere il primo posto e quindi la qualificazione diretta; vinsero però gli iberici e per colpa di un’eclatante minor differenza reti rispetto ai portoghesi – solo Cristiano Ronaldo e André Silva insieme hanno segnato una rete in più (24 contro 23) -, la Svizzera è arrivata seconda. Ha dovuto così conquistarsi la qualificazione ai Mondiali attraverso lo spareggio con l’Irlanda del Nord; è bastato un rigore del milanista Rodriguez nella partita d’andata per ottenere il pass a Russia 2018.

Ecco la scheda con tutto quello che c’è da sapere sulla Svizzera per i mondiali di Russia 2018: la rosa dei convocati, la formazione tipo, il calendario della prima fase e i consigli per il fantamondiale.

La rosa della Svizzera

Come accaduto per gli Europei del 2016, all’ultimo momento Petkovic ha di nuovo rinunciato a Widmer costretto così a ritornare a Udine e a non coronare il sogno di partecipare ai Mondiali. Una rinuncia non tanto scontata come quelle abbastanza annunciate di Edimilson Fernandes del West Ham e di Kobel, secondo portiere dell’Hoffenheim.

Portieri: Sommer, Burki, Mvogo;

Difensori: Lichtsteiner, Djourou, Rodriguez, Schar, Lang, Moubandje, Akanji, Elvedi;

Centrocampisti: Behrami, Shaqiri, Gelson Fernandes, Dzemaili, G. Xhaka, Zuber, Freuler, Zakaria;

Attaccanti: Seferovic, Drmic, Embolo, Gavranovic.

Tutto sui mondiali di Russia 2018

La stella

La stella della squadra è un eterna promessa del calcio, un eterno incompiuto, mai sbocciato del tutto: Xherdan Shaqiri. Il giocatore dello Stoke City ha disputato una buonissima stagione dal punto di vista realizzativo, con 8 reti e 7 assist; ciò non è bastato però ad evitare la retrocessione in Championship della sua squadra, arrivata proprio il giorno di un suo fantastico gol su punizione nella partita persa contro il Crystal Palace. È il miglior marcatore della squadra con 20 reti segnate, pur non essendo un centravanti: è in grado di giocare su entrambe le fasce e talvolta anche come trequartista.

La formazione tipo

L’ex allenatore della Lazio, Vladimir Petkovic, ha spesso proposto un 4-2-3-1, con alcuni interpreti fissi al 100%: tra questi Sommer in porta, capitan Lichtsteiner e Rodriguez sulle fasce, Schar e Djourou – con Akanji scalpitante – al centro della difesa. A centrocampo, Xhaka è intoccabile, mentre il suo compagno di reparto un po’ meno: si sono spesso alternati Freuler, Zakaria, insieme anche a Behrami. In attacco, sulla destra c’è Shaqiri mentre a sinistra, senza l’infortunato Mehmedi, tocca a Zuber con Dzemaili dietro la punta Seferovic.

Svizzera (4-2-3-1): Sommer; Lichtsteiner, Schar, Djourou, Rodriguez; Freuler, Xhaka; Shaqiri, Dzemaili, Zuber; Seferovic. All. Petkovic

Il calendario della Svizzera

La Svizzera è inserita nel Gruppo E con Brasile, Serbia e Costa Rica. Esordirà il 17 giugno contro i pentacampeao. Ecco il calendario completo e la programmazione tv della prima fase.

17 giugno ore 20:00 Brasile-Svizzera (Canale 5)
23 giugno ore 20:00 Serbia-Svizzera (Italia 1)
27 giugno ore 20:00 Svizzera-Costa Rica (Italia 1)

10 cose da sapere sui mondiali di Russia 2018

I giocatori consigliati per il fantamondiale

  • Freuler: stagione eccezionale, probabilmente la migliore della sua carriera, quella appena conclusa dal centrocampista dell’Atalanta. Tra i nerazzurri, solo Ilicic e Cristante hanno avuto una fantamedia migliore – 6,78 per lo svizzero – e dal punto di vista dei bonus è stato eccezionale: 6 reti e 4 assist in stagione. Peccato per le 6 ammonizioni e l’espulsione contro la Spal, ma ci si può chiudere un occhio.
  • Xhaka: all’età di 26 anni ancora da compiere, il gigante dell’Arsenal ha disputato un’ottima stagione. Difensivamente è una sicurezza, ma anche tecnicamente non è male: 3 gol, ma anche 8 assist in stagione. Unica pecca, da buon mediano, troppe ammonizioni: ben 12.
  • Lichtsteiner: il terzino della Juventus è una sicurezza tra i difensori di un fantacalcio. Probabilmente al suo ultimo mondiale – 34 anni per lui – e alla sua ultima grande competizione europea, per far spazio a Elvedi, altro terzino destro di belle speranze per la Svizzera. Il capitano degli elvetici purtroppo non è riuscito a segnare alcun gol quest’anno con la Juventus – neanche il rigore all’ultima giornata, ma è riuscito comunque a giocare 32 partite o spezzoni di gara.

I giocatori sconsigliati per il fantamondiale

  • Djourou: è il terzo giocatore con più presenze della rosa, dopo Lichtsteiner e Behrami, ma è da tempo nella fase calante della carriera. L’autogol contro il Portogallo all’ultima partita delle qualificazioni deve aver pesato come un macigno, tanto che c’è il giovane Akanji pronto a soffiargli il posto.
  • Behrami: il giocatore dell’Udinese probabilmente non parte da titolare avendo davanti gente come Xhaka, Freuler, Zakaria e Dzemaili. Non è propenso al bonus – appena 2 gol con la sua Nazionale in 77 presenze – e anche quest’anno i suoi bonus sono stati visti col binocolo: una rete, un assist e 5 ammonizioni.
  • Sommer: sconsigliamo il portiere del Borussia Monchengladbach non perché non sia di buon livello, anzi, ma perché in un girone dove c’è il Brasile, sicuramente non partirebbe titolare nelle vostre fantagerarchie, Non è detto neanche che le agguerrite Costa Rica e Serbia rimangano all’asciutto e al tutto bisogna aggiungere una difesa non affidabilissima. Curiosità: in Bundesliga ha subito appena un gol in meno del compagno di reparto Burki, portiere del Borussia Dortmund.

La possibile sorpresa

  • Seferovic: insieme a Shaqiri, del reparto offensivo, è probabilmente l’unico da acquistare della Svizzera. L’ex attaccante della Fiorentina, però, non ha disputato una grandissima stagione. Al Benfica ha giocato poco, chiuso da un Jonas mozzafiato – 34 reti in campionato per il basiliano, contro le 7 stagionali dello svizzero – ma in Nazionale il centravanti titolare è lui: può e deve dire la sua.

LE FANTASCHEDE DI TUTTE LE SQUADRE DI RUSSIA 2018