Calciomercato, il futuro di Brignola tra Atalanta e Sassuolo

Calciomercato, il futuro di Brignola tra Atalanta e Sassuolo

Il talentino del Benevento fa gola sia ai bergamaschi che agli emiliani, ma i sanniti non sono disposti a fare sconti a nessuno

Tra i giovanissimi che hanno sorpreso di più nella scorsa stagione di Serie A troviamo Enrico Brignola del Benevento. Il classe ’99 inizialmente aveva trovato uno spazio piuttosto esiguo, fino ad essere etichettato come il “quasi omonimo” del portiere Brignoli, salito alla ribalta delle cronache per il suo clamoroso gol segnato al Milan. Il talentuoso esterno ha però colpito positivamente De Zerbi, subentrato a stagione in corso, che ha cominciato a impiegarlo con più frequenza e con ottimi risultati. Ben presto è entrato stabilmente nell’11 titolare, con l’ulteriore merito di essersi saputo mettere in luce in una squadra tutt’altro che competitiva come il Benevento dell’anno scorso.

Il futuro di Brignola tra Atalanta…

I colpi mostrati da Brignola hanno convinto gli osservatori di diverse squadre italiane e non, ma ad oggi solo due sono entrate veramente nel vivo delle trattative per aggiudicarselo. La prima è l’Atalanta, vero e proprio modello virtuoso per quanto riguarda l’investimento sui giovani e della loro formazione. Per i nerazzurri non sarà però facile aggiudicarsi il giocatore di proprietà dei sanniti, in quanto dovranno fronteggiare l’agguerrita concorrenza di un’altra italiana.

…e Sassuolo

Si parla del Sassuolo, pronto a puntare tutto su Brignola come sostituto di Politano, accasatosi all’Inter. L’offerta presentata dalla società neroverde si avvicina decisamente di più alle richieste del Benevento. Squinzi infatti propone una cifra di circa 10 milioni e il cartellino dei giovani Cassata e Scamacca. È vera e propria asta per l’esterno, la cui volontà comunque influirà molto sulla destinazione finale del trasferimento.

💊 Pillola di Fanta

L’impressione è che, per quanto visto nella scorsa stagione, chiunque sarà capace di aggiudicarsi Brignola farà un affare. Raramente si è visto un giocatore nemmeno maggiorenne destreggiarsi con tale confidenza sui campi della Serie A. Il bottino di 3 gol e 2 assist in 18 presenze non è sufficiente a descriverne il talento e le potenzialità. PROMESSA