Chievo, comunicato ufficiale: “Il Tribunale non ha respinto la richiesta di improcedibilità”

Chievo, comunicato ufficiale: “Il Tribunale non ha respinto la richiesta di improcedibilità”

La società di Campedelli risponde ad un giornalista in merito ad un articolo riguardante il processo che i veneti hanno in corso per le plusvalenze fittizie

Il Chievo non ci sta e prova a respingere tutte le accuse provenienti dopo il caso delle plusvalenze fittizie. Una difesa a 360 gradi quella del club veneto che prende posizione anche in merito ad un articolo apparso nella giornata di oggi su La Gazzetta dello Sport. In tale testo viene citato il diniego del Tribunale Federale alla richiesta della società clivense di improcedibilità. Una ricostruzione che secondo i gialloblu non corrisponde a verità, come viene spiegato in questo chiarimento pubblicato sul sito ufficiale:

In relazione all’articolo apparso a pagina 24 e a firma di Alessandro Catapano della Gazzetta dello sport di oggi, a norma dell’articolo 8 della legge sulla stampa il ChievoVerona chiede di pubblicare la seguente precisazione:

Il Tribunale Federale nell’udienza del 17 luglio 2018 nel corso del dibattimento sulle Presunte Plusvalenze Fittizie, a fronte della richiesta preliminare di improcedibilità effettuata da parte del ChievoVerona, non si è pronunciato ma si è riservato di prendere una decisione in merito. Sono destituite di fondamento le affermazioni secondo cui il Tribunale Federale avrebbe respinto la richiesta di improcedibilità”.