Milan, il piano di Elliott: 50 milioni per il mercato e un socio di minoranza

Milan, il piano di Elliott: 50 milioni per il mercato e un socio di minoranza

Il fondo statunitense dovrebbe immettere nelle casse rossonere circa 50 milioni  per operare sul mercato. Inoltre si pensa all’ingresso di un nuovo socio

Chiusa la sfortunata parentesi di Yonghong Li, al Milan parte il nuovo corso targato Elliott. Il fondo di Paul Singer non ha intenzione di cedere il club immediatamente e giovedì, in occasione del CdA, ufficializzerà i nomi dei nuovi membri, che sostituiranno i precedenti uomini legati a Mister Li. Inoltre ci sarà un rifinanziamento e nuovi soldi da investire nel mercato che sarà ancora condotto dal duo Mirabelli-Fassone.

UFFICIALE: il Milan passa da Yonghong Li a Elliott

50 milioni per il mercato

Il fondo Elliott immetterà nelle casse rossonere 50 milioni di euro per le spese correnti e tra i 35 e i 50 per fare il mercato. Con questi soldi Mirabelli potrebbe finalmente regalare a Gattuso il tanto richiesto attaccante, senza trascurare il centrocampo, zona in cui i rossoneri potrebbero operare. Il mercato sarà fatto ancora da Fassone e Mirabelli. Singer, infatti, almeno fino alla fine del mercato, non ha intenzione di stravolgere l’organigramma rossonero, pertanto gli attuali ad e ds dovrebbero restare al loro posto. 

Milan, chi è Scaroni: tra luci ed ombre potrebbe essere lui il nuovo presidente dei rossoneri

Il ricorso al Tas e un nuovo socio

Con il passaggio al fondo Elliott il Milan potrebbe andare di fronte al Tas di Losanna, il prossimo 19 luglio, con qualche speranza in più. Elliott, che può garantire maggiore solidità rispetto a Yonghong Li, potrebbe riuscire a dimostrare al tribunale la presenza di una continuità aziendale. In questo senso Paul Singer si sta muovenndo per portare un nuovo socio di minoranza al Milan, che potrebbe acquistare una quota tra il 5% e il 20% e che risponderebbe al nome di Riccardo Silva, proprietario del Miami FC.