Calciomercato Napoli, non solo Ochoa: per la porta ci sono anche Mignolet e Vorm

Calciomercato Napoli, non solo Ochoa: per la porta ci sono anche Mignolet e Vorm

L’infortunio di Meret ha costretto gli uomini mercato dei partenopei a guardarsi nuovamente intorno: complicatosi Ochoa, ecco trovate le nuove piste

Quando quest’estate il Napoli aveva annunciato l’acquisto dall’Udinese di Meret e Karnezis in un pacchetto unico con l’intenzione di affidare al classe ’97 le chiavi della porta partenopea, lo stupore si è unito alla gioia di vedere un giovane italiano caricato di responsabilità importanti. A rovinare questa sensazione è però arrivata la frattura al braccio in allenamento, che lo ha costretto forzatamente ai box.

Allo stesso tempo, l’inconveniente ha allarmato gli uomini mercato azzurri, che si sono decisi a riaffacciarsi sul mercato alla ricerca di un degno sostituto, soprattutto dopo una prima amichevole davvero negativa giocata da Karnezis. Il candidato numero uno sembrava essere il messicano Ochoa, ma il rallentamento dell’operazione li ha poi costretti a cercare nuove strade.

I nomi nuovi

La lista del ds Giuntoli si è allora allargata di due nomi di livello internazionale messi un po’ da parte dalle proprie rispettive società. Il primo è quello di Simon Mignolet, classe ’88 belga che, dopo esser finito alle spalle del poi disastroso Karius, ha ora dovuto vedere la porta del Liverpool difesa dall’ex romanista Alisson. Difficile che a 30 anni l’estremo difensore voglia decidere di fare il terzo, più probabile che sia interessato a difendere i pali partenopei fino al rientro di Meret, col quale poi entrerebbe in competizione. Da limare ci sarebbero però gli esosi costi di cartellino ed ingaggio.

Il secondo nome è quello di Michel Vorm, 34enne olandese da quattro stagioni alle spalle di Lloris al Tottenham. Per lui 43 presenze in quattro stagioni a Londra, un bottino non poi così entusiasmante. Per un portiere giunto a fine carriera, la competizione per la titolarità con Karnezis e Meret potrebbe essere uno stimolo importante per ottenere il suo ‘sì’. Percepisce la metà dello stipendio di Mignolet e ha il contratto in scadenza nel 2019, due punti in più perché possa esser scelto.

💊 Pillola di Fanta

Uno costa tanto, l’altro potrebbe essere economicamente solo una formalità. Il primo ha però giocato 22 partite nella scorsa stagione, il secondo la stessa cifra nello scorso biennio. Probabilmente Mignolet porterebbe una maggiore competizione, ma Vorm potrebbe lasciare spazio al ritorno di Meret e fare da chioccia. Insomma, una valutazione a tanti fattori. INDECISI