Fiorentina, la lettera d’addio di Saponara: “Con il viola un legame indissolubile”

Fiorentina, la lettera d’addio di Saponara: “Con il viola un legame indissolubile”

Il nuovo centrocampista della Sampdoria ha voluto salutare la sua ex squadra con un lungo messaggio pubblicato sul proprio profilo Instagram

In viola ha trascorso un solo anno trascorso, eppure il legame tra Riccardo Saponara e la Fiorentina è già diventato qualcosa di radicato e indissolubile. Sì, il trequartista ha appena lasciato quella maglia per approdare alla Sampdoria, ma non è di questo che stiamo parlando. Si tratta delle parole che sceglie per salutare la propria ex squadra, ma soprattutto si tratta di quel legame profondamente umano che ha unito i calciatori della società gigliata durante questa difficile stagione dopo la struggente morte di capitan Astori. Saponara in quell’occasione aveva scritto una lunga e commovente lettera di commiato al difensore, mentre stavolta il saluto tramite il proprio profilo Instagram è stato rivolto al club e alla tifoseria viola, ringraziati dal calciatore per lo speciale anno trascorso insieme.

La lettera di Saponara

Cadere nel banale in queste circostanze è sempre molto facile, non posso però esimermi dal lasciare un messaggio a tutti coloro che mi stanno scrivendo in queste ore per salutarmi e ringraziarmi.

Questo tragitto lungo un anno e mezzo non ha rispettato le attese che ci eravamo prefissati, non ho fornito sul campo le prestazioni per le quali la società aveva investito su di me e questo mi rende molto triste, in quanto lascio alle spalle molta amarezza e delusione per non aver colto a dovere questa grande opportunità.

Nonostante ciò, un fulmine a ciel sereno ha sancito un punto zero nella stagione e nelle vite di tutti i fiorentini, me compreso, creando involontariamente un legame forte tra noi giocatori e la realtà circostante. Indissolubile, per quanto mi riguarda.

Questa città mi ha insegnato tanto, mi ha reso un ometto, ma in particolare mi ha regalato qualcosa di tanto raro quanto prezioso: il riconoscimento di ciò che sono veramente, con tutti i miei pregi e tutti i miei difetti.

Grazie a Tommy e a tutto il Golden View per avermi letteralmente adottato, grazie a Drino per le “pizzate” in garage con birra e Champions League, grazie alla Vale per i caffè pagati al bar, ad Alessio, Akram, la Mariuccia, Cesare, potrei andare avanti all’infinito.

Insomma, grazie a tutti coloro che anche con una semplice chiacchierata mi hanno fatto sentire a CASA.
Inizia ora, per me, un nuovo cammino che mi spinge verso una nuova realtà e nuove avventure.
Firenze rimarrà dentro di me per sempre e, con lei, il ragazzo che sono oggi.
#siammatti

 

Cadere nel banale in queste circostanze è sempre molto facile, non posso però esimermi dal lasciare un messaggio a tutti coloro che mi stanno scrivendo in queste ore per salutarmi e ringraziarmi. Questo tragitto lungo un anno e mezzo non ha rispettato le attese che ci eravamo prefissati, non ho fornito sul campo le prestazioni per le quali la società aveva investito su di me e questo mi rende molto triste, in quanto lascio alle spalle molta amarezza e delusione per non aver colto a dovere questa grande opportunità. Nonostante ciò, un fulmine a ciel sereno ha sancito un punto zero nella stagione e nelle vite di tutti i fiorentini, me compreso, creando involontariamente un legame forte tra noi giocatori e la realtà circostante. Indissolubile, per quanto mi riguarda. Questa città mi ha insegnato tanto, mi ha reso un ometto, ma in particolare mi ha regalato qualcosa di tanto raro quanto prezioso: il riconoscimento di ciò che sono veramente, con tutti i miei pregi e tutti i miei difetti. Grazie a Tommy e a tutto il Golden View per avermi letteralmente adottato, grazie a Drino per le "pizzate" in garage con birra e Champions League, grazie alla Vale per i caffè pagati al bar, ad Alessio, Akram, la Mariuccia, Cesare, potrei andare avanti all'infinito. Insomma, grazie a tutti coloro che anche con una semplice chiacchierata mi hanno fatto sentire a CASA. Inizia ora, per me, un nuovo cammino che mi spinge verso una nuova realtà e nuove avventure. Firenze rimarrà dentro di me per sempre e, con lei, il ragazzo che sono oggi. #siammatti

A post shared by Riccardo Saponara (@rickinara) on