Fiorentina, Mirallas: “Voglio vincere un trofeo. Vicino al viola già due anni fa”

Fiorentina, Mirallas: “Voglio vincere un trofeo. Vicino al viola già due anni fa”

Il nuovo acquisto viola si presenta in conferenza stampa parlando di passato e di futuro, soffermandosi sui propri obiettivi e sui motivi del suo arrivo

La presenza di Chiesa e Simeone richiedeva assolutamente l’acquisto di un giocatore di altrettanto valore per completare il tridente. La Fiorentina lo ha fatto, due volte. La seconda solo ieri, quando ho ufficializzato l’acquisto di Marko Pjaca, la prima quattro giorni fa con la firma di Kevin Mirallas. Il classe ’87 si è presentato oggi in conferenza stampa ai nuovi sostenitori viola parlando della propria esperienza professionale passata e dei propri obiettivi per il futuro.

Vuoi prendere Mirallas al fantacalcio? Consulta la sua fantascheda e scopri tutto su di lui

Sul suo trasferimento: “Arrivo qui con due anni di ritardo. La Fiorentina mi aveva cercato già due stagioni fa, poi però l’Everton chiedeva troppi soldi e allora l’affare è sfumato. Ho scelto i viola perché sono una società importante e perché io e mia moglie volevamo venire in Italia. Poi qui ho trovato un grande progetto e una squadra giovane”.

Sul suo passato: “All’Everton ho trascorso cinque anni bellissimi, poi all’Olympiakos ho trovato una squadra e un campionato che già conoscevo, ma sul campo è stato tutto terribilmente complicato. Tanti cambi sulla panchina e risultati negativi. Questo però appartiene al passato, ho lavorato molto su di me durante l’estate e so di poter dare molto di più di così“.

Sulla sua condizione: “Mi sento al top e voglio dimostrare di avere ancora molti anni di carriera davanti a me. Cercherò di aiutare con la mia esperienza“.

Sul primo allenamento: “È stato positivo. Pioli vuole un gioco soprattutto verticale e già oggi i compagni mi cercavano molto. Io sono qui per giocare, voglio dare il massimo in modo da convincere il mister. Più concorrenza c’è e meglio noi renderemo. Ogni allenamento sarà una guerra“.

Sulla posizione in campo: “Non ne ho una preferita. Mi piace giocare largo a sinistra, ma in ogni squadra ho sempre ricoperto più ruoli“.

Sull’obiettivo: “Vincere un trofeo“.

Il suo idolo: “Raul, perché mi sono sempre piaciuti i giocatori grandi dentro e fuori dal campo“.

Sul promotore dell’operazione: “Ho parlato molto con Mertens, che conosco fin da quando eravamo piccoli. Mi ha detto che, dando il massimo in campo, qui in Italia si riceve tanto amore. E questo è bello“.

Sulla Serie A: “Ho giocato sei anni in Premier, ma so che il campionato italiano è molto competitivo. Poi adesso c’è anche Ronaldo. Insomma, ho scelto il miglior momento per arrivare qui“.

💊 Pillola di fanta

Mirallas è una pedina fondamentale per dare esperienza e maturità ad un reparto altrimenti composto da due classe ’95 e un ’97. A trent’anni, il belga ha collezionato 151 presenze in Premier League, 13 in Champions e 19 in Europa League, oltre a ben 60 gettoni con la propria Nazionale. VETERANO