Guida all’asta del fantacalcio, la scheda della Roma: rivoluzione con vista Scudetto

Guida all’asta del fantacalcio, la scheda della Roma: rivoluzione con vista Scudetto

Le cessioni importanti di Alisson e Nainggolan non ridimensionano le ambizioni degli uomini di Di Francesco che puntano ad essere l’anti-Juve

Dopo la semifinale di Champions e il terzo posto in campionato raggiunto lo scorso anno, alla Roma di Di Francesco non resta che rilanciare. Se il cammino europeo sarà difficilmente ripetibile, in Italia l’ambizione di poter fare qualcosina in più ci deve essere. Anche se un ringiovanimento della rosa e una semi rivoluzione fanno della stagione giallorossa una vera e propria incognita.

Principali movimenti di mercato

Difficili da digerire gli addii di Alisson e Nainggolan soprattutto da parte dei tifosi. La Roma oltre che due leader indiscussi perde tanto anche tatticamente. Il portierone brasiliano è stato sostituito con l’acquisto di ben tre portieri: Mirante, Fuzato e lo svedese Olsen, che nella sua ultima gara in Italia ha fatto fuori gli azzurri dal mondiale di Russia e presumibilmente sarà titolare. Tanti gli acquisti sulla trequarti e in attacco. Il colpo dell’estate romana è senz’altro Pastore, prelevato dal Psg. Non si sono fatti attendere nemmeno i colpi “alla Monchi” che ha riempito di giovani il parco giocatori di Di Francesco. Ecco che dall’Atalanta è arrivato Cristante reduce da una stagione eccellente. Colpo di coda quasi sul gong quello che ha portato a Roma il campione del mondo Nzonzi prelevato da Monchi in persona dal Siviglia. Occhio anche a Coric e Bianda ma soprattutto al figlio d’arte Kluivert che promette un gran bene. Da non dimenticare l’esperienza di Marcano che farà rifiatare i centrali di difesa. Saluta Defrel dopo una stagione tutt’altro che indimenticabile.

Guida all’asta del fantacalcio 2018/19: il manuale pdf per una rosa perfetta. Clicca qui per scaricarla

Formazione tipo

4-3-3: OLSEN; Florenzi, Fazio, Manolas, Kolarov; PASTORE, De Rossi, NZONZI; Under, Dzeko, KLUIVERT

Variabili di formazione

4-3-2-1: Olsen, Florenzi, Fazio, Manolas, Kolarov, Pellegrini; De Rossi, Nzonzi; Pastore, Perotti; Dzeko

4-2-3-1: Olsen, Florenzi, Fazio, Manolas, Kolarov; Strootman, De Rossi; Under, Pastore, El Shaarawy; Dzeko

4-3-1-2: Olsen, Florenzi, Fazio, Manolas, Kolarov; Strootman, De Rossi, Pellegrini; Pastore; Dzeko, Schick

Formazioni tipo Serie A: ecco le probabili formazioni delle 20 squadre per la stagione 2018/19

Rosa

Portieri: Fuzato, Mirante, Olsen

Difensori: Bianda, Fazio, Florenzi, Juan Jesus, Karsdorp, Kolarov, Manolas, Marcano, Lu. Pellegrini, Santon

Centrocampisti: Coric, Cristante, De Rossi, Gonalons, Pastore, Lo. Pellegrini, Perotti, Riccardi, Strootman, Under, Zaniolo, Nzonzi

Attaccanti: Dzeko, El Shaarawy, Kluivert, Schick

I nuovi arrivi

Pastore: certi amori non finiscono… dopo anni in cui esprimeva il sogno di tornare in Serie A, finalmente Pastore ce l’ha fatta. Trequartista puro alla ricerca di una perfetta collocazione nel modulo di Di Francesco, i tifosi della Roma sperano che possa illuminare come aveva fatto a Palermo.

Kluivert: del padre ha solo il viso. Per il resto è un giocatore completamente diverso. Esterno offensivo tutto velocità e talento, porta in bagaglio aspettative molto elevate.

Marcano: tutta l’esperienza di Marcano per dare riposo alla coppia centrale titolare Fazio-Manolas. Se si adatterà al nostro calcio velocemente potrebbe essere davvero un valore aggiunto per i giallorossi.

Bianda: giocatore poco conosciuto soprattutto a causa di un infortunio che lo ha tenuto fuori metà stagione lo scorso anno. Come tutti i colpi di Monchi però pare studiato alla perfezione già da quando militava nelle giovanili del Lens. Centrale difensivo classe 2000.

Cristante: come tutti i calciatori che fanno il salto in una grande squadra, per Cristante sarà un anno complicato. C’è da dimostrare di essere pronti per palcoscenici diversi. Trequartista ma all’occorrenza interno, se confermerà quanto visto all’Atalanta avremo trovato un vero e proprio crack.

Olsen: l’ultima volta che l’abbiamo visto in Italia è stata la notte più disastrosa del nostro calcio recente. La Svezia di Olsen ci escludeva dal mondiale. Proprio in Russia il portierone ex Copenaghen si è dimostrato affidabile e sicuro tanto da convincere la Roma ad affidargli l’eredità di Alisson.

Coric: tecnica di livello superiore per il centrocampista croato neo acquisto della Roma, da verificare sono le sue attitudini tattiche. Per lui garantisce Totti: che investitura!

Santon: spesso cambiare aria fa bene. Lo spera sicuramente la Roma che ha acquistato il terzino Santon nel momento più basso della sua carriera. Probabilmente Monchi e soci credono che possa tornare il talento che fermò Cristiano Ronaldo.

Mirante: anni di esperienza in Serie A per guardare le spalle al nuovo arrivato Olsen. Una scelta saggia e oculata affidargli la numero 12 della Roma.

Nzonzi: un campione del mondo per Di Francesco, muscoli ed esperienza internazionale. Un vecchio pallino di Monchi che dopo averlo avuto a Siviglia lo ha regalato alla tifoseria giallorossa.

Ballottaggi

Strootman-Cristante-Pellegrini-Nzonzi (per una maglia)

Kluivert-Perotti-El Shaarawy (per una maglia)

Tiratori

Rigori: Dzeko, De Rossi, Pastore

Punizioni: Kolarov, Pastore

Calci d’angolo: Kolarov, Florenzi, Pastore

I giocatori consigliati al fantacalcio

Dzeko: unico terminale offensivo nell’attacco giallorosso, ormai è una certezza per tutti i fantallenatori. Leggera flessione lo scorso anno rispetto a due stagioni fa quando un po’ a sorpresa vinse il titolo di capocannoniere. Ormai Dzeko è un vero e proprio leader carismatico oltre che tecnico come ha dimostrato in Champions lo scorso anno e questo lo rende ancora più importante per la Roma e per la nostra fantasquadra.

Kolarov: chi lo scorso anno ha pensato che il terzino serbo fosse venuto in Italia a svernare si è dovuto pesantemente ricredere. Qualità e quantità oltre che un’attitudine da vero professionista hanno regalato alla Roma un vero e proprio pilastro. Anche quest’anno non farà mancare il suo apporto.

Pastore: il ritorno in Italia potrebbe stordirlo per i primi tempi ma la classe non è qualcosa che si dimentica. Per questo il fantasista ex Psg potrebbe tornare a far sognare chi lo ha adottato sin dai tempi del Palermo. Un gradito ritorno soprattutto per i fantallenatori.

I giocatori sconsigliati al fantacalcio

De Rossi: è sempre il solito discorso. Probabilmente uno degli ultimi talenti del nostro calcio, ma al fantacalcio è un’altra storia. Tanti malus e pochi bonus. Impossibile consigliarlo.

Strootman: con le tre competizioni da giocare Strootman potrebbe addirittura finire spesso in panchina a vantaggio di Pellegrini. Aggiungeteci un rendimento abbastanza negativo nella stagione scorsa e saprete il perché potete evitare di acquistarlo.

El Shaarawy: abbondanza e qualità fanno del parco attaccanti della Roma uno dei migliori della Serie A. Per questo motivo il faraone potrebbe davvero trovare poco spazio.

Possibile sorpresa

Lo. Pellegrini: come anticipato, Pellegrini potrebbe spesso essere utilizzato come titolare in luogo di Strootman. Se lo scorso anno per lui era quello della consacrazione in una grande squadra, questo sarà quello della continuità. Occhio, il ragazzo ha il vizio del gol.

Consulta le fantaschede dei nuovi arrivati in Serie A