Lazio-Napoli 1-2, le pagelle: Insigne decisivo, Immobile non basta

Lazio-Napoli 1-2, le pagelle: Insigne decisivo, Immobile non basta

Milik segna sempre, Insigne è sempre più leader, così come Allan. Male i fantasisti laziali. I nostri voti per il fantacalcio

Il Napoli trema dopo il gol di Immobile, ma riesce a ribaltare il risultato. Nella Lazio deludono Milinkovic e Luis Alberto. Allan è il solito motorino a centrocampo. Ecco le nostre pagelle per il fantacalcio

Lazio-Napoli 1-2: le pagelle

Lazio

Strakosha 6: il portiere albanese non viene impegnato più di tanto, ma si trovare pronto su una conclusione ravvicinata di Milik. Sui due gol può poco. INCOLPEVOLE

Luiz Felipe 6: ordinato e preciso all’inizio, cala leggermente verso fine primo tempo a causa dell’infortunio che lo costringe a uscire. SFORTUNATO

dal 46′ Bastos 6: entra nella ripresa per Luiz Felipe e mette più di qualche pezza sui contropiedi finali del Napoli. Sul gol di Insigne non ha responsabilità particolari. ATTENTO

Acerbi 6,5: sostituisce alla grande De Vrij e imbecca Immobile per il gol dell’1-0. Sul gol di Milik avrebbe potuto fare qualcosa di più, ma nel complesso tiene bene la difesa. PROMOSSO

Radu 5,5: il romeno non disputa una brutta partita nonostante una brutta botta rimediata dopo uno scontro con Koulibaly. Pesa però l’errore sul pareggio di Milik perchè sale in ritardo e tiene in gioco Callejon. ERRORE DECISIVO

Marusic 6: nel primo tempo spinge bene e con i tempi giusti, nella ripresa cala come tutta la squadra. PUÒ FARE MEGLIO

Parolo 6: parte forte, aiutando molto nel pressing alto della squadra. Nel secondo tempo è uno dei pochi a non diminuire l’intensità. CONTINUITÀ

dal 88′ Cataldi s.v.

Badelj 6,5: regia pulita e con i tempi giusti. Nonostante i pochi allenamenti con la squadra sembra già integrato negli schemi di Inzaghi. ORDINATO

dal 68′ Correa 5,5: prova qualche spunto, ma viene spesso fermato senza riuscire a pungere.

Milinkovic-Savic 5,5: il serbo, rimasto alla Lazio nonostante le insistenti voci di mercato, non è apparso al meglio. Qualche buono spunto, ma da lui ci si aspetta di più. DISTRATTO

Caceres 5,5: sul gol del pareggio perde completamente di vista Callejon. Considerando che è uno schema classico degli azzurri la disattenzione è grave. SORPRESO

Luis Alberto 5: il miglior centrocampista della stagione gioca una partita decisamente sottotono. Fatica a imbeccare Immobile e a trovare le misure giuste. LEZIOSO

Immobile 6,5: Ciro ricomincia da dove aveva finito. Segna un gran gol, ma non basta. I suoi movimenti mettono in difficoltà la difesa, ma è poco servito. KILLER

Napoli

Karnezis 6: così come Strakosha viene poco impegnato, ma dà l’idea di farsi trovare pronto. SPETTATORE NON PAGANTE

Hysaj 6,5: con Sarri non usciva mai e tutto fa presupporre che anche con Ancelotti sarà difficile vederlo in panchina. Da un suo cross nasce il vantaggio. INSOSTITUIBILE

Albiol 5,5: lo spagnolo sul gol di Immobile commette una grossa ingenuità. Si riscatta dall’errore iniziale, ma non sembra molto sicuro. INGENUO

Koulibaly 6: anche lui sbaglia sul momentaneo vantaggio laziale, ma è l’unico errore, seppur pesante, della partita. SICUREZZA

Mario Rui 6: timido all’inizio, con il passare dei minuti cresce e disputa una partita efficace sia in fase offensiva che difensiva. IN CRESCITA

Allan 7: il brasiliano è il vero motore del centrocampo partenopeo. Recupera palloni, fa ripartire l’azione e corre per due. Quest’anno, così come l’anno scorso, difficilmente uscirà dal campo. LEADER

Hamsik 5: non ha ancora i tempi del regista e perde molti palloni. Il tempo per migliorare c’è, ma attenzione perchè in panchina ci sono molte alternative. FUORI GIRI

dal 70′ Diawara 6: 20 minuti buoni per il giovane regista. Entrato per aiutare il possesso palla, gioca semplie e ordinato. PRECISO

Zielinski 6,5: ottimi spunti per il polacco che, dopo diverse panchine con Sarri, quest’anno con Ancelotti troverà molto spazio. IN RAMPA DI LANCIO

dal 84′ Rog s.v.

Callejon 6,5: il cross per Milik è oro puro. Lo spagnolo offre la solita partita di sacrificio e qualità in attacco. INDISPENSABILE

Milik 6,5: due anni di infortuni, ma quando ha giocato ha sempre segnato e stasera ha dato la conferma di essere un ottimo centravanti. Un gol fatto e uno annullato. Può essere il suo anno. RINASCITA

Insigne 7,5: nel momento di crisi prende per mano la squadra e propizia l’1-1. Il vantaggio è un gol dei suoi. DECISIVO

dal 76′ Mertens 6: quando le squadre si allungano entra per sfruttare i contropiedi. Non sempre ci riesce, ma è utile alla causa. SACRIFICIO

Lazio-Napoli 1-2: cronaca, tabellino e commento