Parma, Zamparini furibondo: “Sapevo sarebbe andata così, è un calcio malavitoso”

Parma, Zamparini furibondo: “Sapevo sarebbe andata così, è un calcio malavitoso”

Il presidente del Palermo si scaglia con rabbia contro la giustizia sportiva, rea di aver deciso già a priori di salvare il Parma e condannare i rosanero

Prima la retrocessione evitata e i soli 5 punti di penalizzazione inflitti al Parma, poi neanche quelli. Maurizio Zamparini, presidente di quel Palermo che dall’eventuale ritorno in B dei ducali avrebbe beneficiato eccome, non digerisce le scelte della Procura Federale né quelle della Corte d’Appello, che ha respinto il ricorso da lui presentato per via della superficialità con cui il caso era stato esaminato.

Amareggiato e adirato, il patron del club siciliano ha rilasciato queste dichiarazioni raccolte dalla Gazzetta dello Sport: “Non c’è niente da commentare, sapevo già come andava a finire. Quando la Procura federale ha fatto la richiesta per far scontare i punti di penalizzazione al Parma in Serie A e poi non si è appellata in secondo grado era chiaro che volevano assolvere il Parma e condannare il Palermo. È un calcio malavitoso in mano a malavitosi. Adesso visto le cose che son successe abbiamo già chiesto alla Federazione, il permesso per ricorrere alla giustizia ordinaria. Sentiamo cosa ci dicono, se ci dicono di no troveremo i cavilli attraverso i nostri avvocati per andarci lo stesso. Non possiamo tacere di fronte a questi scandali. Quanto visto con Parma e Frosinone è uno scandalo, impensabile per un calcio a questi livelli“.