Napoli-Fiorentina 1-0, le pagelle: super Insigne, delude Simeone

Napoli-Fiorentina 1-0, le pagelle: super Insigne, delude Simeone

Grande vittoria degli azzurri grazie ad Insigne. Bene Milik, male Mertens. Tra i Viola si salvano Dragowski e Chiesa, delude Simeone. Questi i nostri voti per il fantacalcio

Fondamentale vittoria per il Napoli, che con grande sofferenza porta a casa 3 punti. I ragazzi di Ancelotti ci hanno provato fino in fondo, e alla fine ce l’hanno fatta. Il migliore in campo è Insigne, autore del gol decisivo. Bene anche Milik, entrato a partita in corso. Male invece il centrocampo, così come Mertens: decisamente non in serata. Nella Fiorentina, invece, si salvano Chiesa e Dragowski. Deludono Simeone ed Eysseric. In ritardo Veretout.

Napoli

Karnezis 6: attento sul tiro di Eysseric nel primo tempo, ma poi non viene più chiamato in causa. Dirige con attenzione la difesa senza acuti. SUFFICIENTE

Hysaj 6: attento nelle chiusure ma spinge poco. Buona partita per il terzino. TRANQUILLO

Maksimovic 6: sostituisce alla grande Raul Albiol, affianca con coraggio Koulibaly e non ne soffre la leadership. Non sbaglia nulla. PRESENTE

Koulibaly 6: parte un po’ incerto, ma poi si riprende alla grande. Fa valere la sua fisicità su Simeone e Chiesa, e col passare dei minuti li domina. IMPONENTE

Mario Rui 6: sale vene sulla sinistra prendendosi lo spazio lasciato da Insigne. Si fa sempre vedere in avanti, ma non sempre riesce ad essere concreto. Bene in fase difensiva. VISPO

Allan 6: si prende la sufficienza per la sua intensità e carica agonistica, ma pecca di qualità. Ci prova ma non riesce a pungere con i suoi inserimenti. Tra le prestazioni negative dei suoi colleghi di reparto, è comunque il migliore. COSTANTE

Hamsik 5,5: deve ancora trovare le misure nel ruolo di regista. La qualità è immensa, ma non l’ha ancora messa tutta a disposizione della squadra. A volte sbaglia i tempi della giocata e si nasconde dietro all’avversario. RODAGGIO 

Zielinski 5,5: non mostra tutte le sue capacità, spesso è costretto ad allargarsi sulla sinistra e questo gli costa molte energie. Nel finale spreca anche una grande occasione. NON SUFFICIENTE

Callejon 5,5: ha un paio di occasioni nel primo tempo sulla destra, ma non le sfrutta. Ci prova come sempre, ma non viene mai servito col tempo giusto nei suoi inserimenti. SUPERFICIALE

dal 70′ Ounas 6: non crea nulla di pericoloso ma è una buona soluzione per le manovre offensive. La sua qualità e la sua velocità mettono sempre in apprensione gli avversari. SPINA

Mertens 5: non è decisamente nel suo miglior momento di forma. Non riesce quasi mai ad esser pericoloso, né dal centro né da sinistra. L’unico tiro in porta è un minuto prima di esser sostituito, quando il suo destro a giro esce di nulla sul secondo palo. IN RITARDO

dal 56′ Milik 6,5: risponde alla grande alla panchina, entra dopo un’ora e regala l’assist decisivo ad Insigne. Giusta anche la mentalità. POSITIVO

Insigne 7: il migliore dei suoi. Il più pericoloso sia nel primo che nel secondo tempo con diversi tentativi, nonostante la diversa posizione in campo. Segna anche il gol decisivo. IL MIGLIORE

Ancelotti 6,5: manda in campo la formazione giusta, inventandosi Insigne più stretto del solito. Coraggioso nel sostituire Mertens dopo meno di un’ora al posto di Milik, che poi regala l’assist decisivo. PERSONALITA’

Fiorentina

Dragowski 6,5: para tutto quello che può, sia nel primo che nel secondo tempo, senza far rimpiangere Lafont. Non può nulla solo sulla rete di Insigne. Salva la porta anche nel finale su Zielinski. REATTIVO

Milenkovic 6: molto bravo nelle chiusure anche contro avversari più veloci di lui. Non è un terzino, ma sa comportarsi come tale. VALIDO

Vitor Hugo 5,5: difende attentamente ma non sempre è perfetto nelle chiusure. Nel secondo tempo fatica, e non riesce più a marcare gli attaccanti partenopei. INSICURO

Pezzella 5,5: al pari del suo compagno di reparto, soffre la crescita degli avversari nella ripresa. In più, non tiene Insigne sul taglio del gol. INGENUO

Biraghi 6: sale bene sulla corsia, ma soprattutto non dà spazio a Callejon. La fase difensiva lo annulla quando deve impostare. SOTTOTONO 

Benassi 5: dopo 2 gol in altrettante gare becca una serata storta. Non riesce mai a farsi vedere e a rendersi pericoloso. Prestazione decisamente da dimenticare. INUTILE

dall’80’ Pjaca s.v.: entra tardi e non riesce ad incidere. La panchina non lo aiuta. RISERVA

Veretout 5,5: torna dopo aver saltato le prime due partite per squalifica. Un po’ quello e un po’ il nuovo ruolo da regista, non gioca in maniera sufficiente. Spesso in affanno, non riesce a dare la qualità che possiede e che gli chiede Pioli. ANCORA NO

dal 64′ E. Fernandes 6: entra al posto del francese per chiudere gli spazi e amministrare il gioco. Fa quel che può in fase difensiva, anche lui troppo frettoloso però quando ha la palla fra i piedi. TIMOROSO

Gerson 6: nel primo tempo fa un paio di sgroppate delle sue, cerca di giocare con qualità. Buona prima frazione, ma nella seconda si spegne. COMPITINO

dal 60′ Dabo 6: non garantisce la qualità del brasiliano. Sbaglia poco, ma non ispira le punte. Partita difficile per lui, soprattutto entrando dalla panchina. TAPPABUCHI 

Eysseric 5,5: preferito a Pjaca, ma toppa ancora. Non mostra né qualità né guizzi, nervoso anche nel finale. BOCCIATO

Simeone 5: era uno dei più attesi, e ha deluso. Dopo la tripletta dell’anno scorso, stavolta viene dominato dai centrali azzurri. Troppo solo, impossibile per lui incidere. DELUDENTE

Chiesa 6,5: il migliore dei suoi, ci prova soprattutto nel primo tempo. Un suo tiro a giro finisce a lato di poco, ma poi si spegne come il resto della squadra. DISCONTINUO

Pioli 6: punta sui titolarissimi, ma stavolta non va. Ottima intuizione di Veretout come regista, ma è ancora presto. CONSAPEVOLE