Napoli-Fiorentina, Pioli: “Servirà coraggio. Chiesa? Aspettative troppo alte”

Napoli-Fiorentina, Pioli: “Servirà coraggio. Chiesa? Aspettative troppo alte”

Il tecnico della Viola presenta in conferenza stampa la sfida di domani al San Paolo contro gli azzurri di Ancelotti

Dopo la sosta per le nazionali, riprende la Serie A. La 4^ giornata mette a confronto il Napoli con la Fiorentina. Dopo 3 partite gli azzurri hanno gli stessi punti della Viola, che però ne ha giocata una in meno – che recupererà mercoledì sera al Marassi contro la Sampdoria. La Fiorentina ha vinto alla grande in casa all’esordio contro il Chievo e poi anche con l’Udinese. “Adesso inizia un tour de force molto insidioso: 6 partite in 3 settimane non sono poche, così come i 18 punti in palio. Una delle più difficili e più importanti è quella di domani. La cosa fondamentale sarà andare lì con coraggio. Abbiamo preso il meglio dall’anno scorso, e siamo un gruppo con qualità. Cercheremo di portare i nostri principi di gioco, ma a volte sarà inevitabile difendere bassi perché loro saranno molto offensivi. Peccato per lo stadio che non sarà pieno, ma la mia squadra non cambierà approccio – esordisce in conferenza stampa Stefano Pioli, che poi continua elogiando Carlo Ancelotti – È il miglior allenatore italiano insieme ad Allegri. Ha portato novità ed esperienza. Non sarà facile per loro ripetere i 91 punti dell’anno scorso, ma saranno protagonisti. La personalità di Ancelotti lo rende unico, ma oltre a questo è anche un grande uomo. Lo incontrai per la prima volta quando facevo il raccattapalle e lui il giocatore: mi donò i suoi scarpini. Ovviamente me li misi ai piedi. Insomma, era anche un grande calciatore“.

L’allenatore della Viola passa poi ad analizzare la situazione di alcuni suoi singoli. “Chiesa deve ancora crescere. Dopo la prima partita le aspettative erano troppo alte, è sbagliato dare giudizi così presto. In Nazionale contro il Portogallo non ha fatto bene, ma è normale che un singolo risenta della prestazione negativa di tutta la squadra. Deve stare tranquillo: io lo vedo sereno. Pjaca? Lo vedo rientrato in buona condizione. Può partire sia titolare che entrare a gara in corso – spiega Pioli, che infine conclude – Finalmente dopo 3 giornate rientra Veretout. Farà il regista, lo ha già fatto in amichevole. Mi ha già dato sensazioni positive in quel ruolo, si sta impegnando. È un giocatore di grande qualità ed intelligenza, uno che non molla mai. Sicuramente però avrà bisogno di tempo e di giocare partite vere. Fascia Astori? Sono contento che la Lega ci abbia permesso di tenerla. Ringraziamo chi di dovere. È giusto che Davide rimanga sempre con noi“.

Consulta anche:

Le parole in conferenza stampa di Carlo Ancelotti

💊 Pillola di Fanta

La Fiorentina è partita alla grande con 2 vittorie su 2. La rosa di Pioli può contare su un mix di esperienza e giocatori giovani che potrebbe essere l’ideale in questa stagione. Diversi ragazzi stanno raggiungendo la loro piena maturazione calcistica. Adesso però c’è la “prova del 9” per la Viola: la corazzata Napoli guidata da Ancelotti. Uscire senza una sconfitta dal San Paolo darebbe alla Fiorentina la consapevolezza di poter davvero lottare per qualcosa di importante. NUOVO INIZIO